Tre consigli per allattare al seno

Voglio condividere con altre mamme (o quasi mamme) la mia esperienza con l'allattamento al seno. Sembra una cosa semplice eppure così tanto semplice non è, forse è per questo che molte donne dopo aver partorito preferiscono il biberon. Scriverò solo tre consigli per allattare al seno dopo i miei primi sei mesi di allattamento.

Primo, all'inizio c'è un periodo di settaggio della poppata. Il mio bimbo è sempre stato voracissimo e io sempre stata terrorizzata dalle ragadi, per questo io e lui ci abbiamo messo un po' a settare le "impostazioni di base" per un allattamento sereno da entrambe le parti. Il bimbo dovrebbe aprire la bocca per bene e prendere tutto il capezzolo e buona parte dell'areola. All'inizio è difficile per lui farlo da solo, per questo io lo staccavo più volte finché lui non ha capito come doveva attaccarsi e poi ha imparato!

Secondo, alla donna che allatta a richiesta sembra di non avere mai più un minuto per se stessa. Solo dopo il primo mesetto la mamma capirà che sì, la sisa è la soluzione ad ogni "male" del bambino, ma non è sempre la fame che fa frignare i piccini. Ci sono la noia, il sonno, il pannolino sporco, piano piano la mamma capirà quando è fame e quando non lo è, quindi potrà ricavare anche qualche momento per se stessa. All'inizio sembra impossibile, ma bisogna pensare positivo, parola di mamma!

Terzo, per produrre latte bisogna bere molto: acqua, tisana al finocchio, acqua e ancora acqua. E bisogna anche mangiare, proteine, verdura, verdura e ancora verdura. Io purtroppo ho sempre voglia di qualcosa di dolce, molto più adesso che durante la gravidanza e dovrei stare più attenta ma per ora non ce la faccio proprio a resistere. Non che prima della gravidanza riuscissi a dire di no, sono sempre stata una buona forchetta. Comunque mangiare bene e bere molto sono due condizioni fondamentali per produrre latte.

Allattare al seno è un atto di amore grandissimo che richiede una buona dose di energia e perché no, sacrificio. Per me non è stato facile, ma alla fine sono felice di farlo. Non bisogna pensare di essere Wonder Woman. Compiuto il secondo mese e mezzo il mio bimbo aveva sempre fame nonostante io avessi il mio latte, ho iniziato l'allattamento misto a malincuore. Il bimbo ora è più tranquillo e cresce. E' stata molto dura emotivamente, ma il bimbo che cresce è la mia più grande forza.

 

Nessun commento ancora

Commenta