Cinque cose inutili per neonati

Vi siete mai chiesti quanto costa mettere al mondo un bambino? Mi sono posta questa domanda solo qualche mese dopo essere diventata mamma e aver comprato cose inutili per il mio neonato. Quanto avrei voluto che qualcuno mi avesse detto cosa NON comprare invece di cosa comprare. Prima di diventare genitore proprio non me ne rendevo conto. Tutto comincia con la famosa borsa per l'ospedale poi corredino, lettino, fasciatoio...Qualsiasi prodotto viene proposto come assolutamente indispensabile e, naturalmente, quello migliore sembra essere sempre il più caro. Quale genitore non farebbe di tutto e di più per il suo primo figlio?

Secondo l'ISTAT i nati nel 2012 sarebbero diminuiti del -2,3% rispetto al 2011: 534.186 pargoli venuti al mondo per una media di 1,42 figli per donna. Le coppie fanno meno figli, è vero, la società è cambiata, fare figli è impegnativo, come leggevo di recente sull'Huffington Post una donna sceglie di non fare figli anche perché poi non potrebbe più mangiare biologico. Non sto scherzando, andatevi a leggere il pezzo. A parte tutto, è vero che fare figli costa. Soprattutto se non abitate in un piccolo centro e non potete affidarvi alle cure del servizio sanitario nazionale perché nelle grandi città i tempi di attesa sono sempre lunghissimi. Facendo un rapido calcolo io per la mia prima gravidanza tra visite ginecologiche e analisi ho speso circa 3,500€ in nove mesi.

Fare un figlio costa, però, cure mediche a parte, per tutto il resto, non tutto quello che le case produttrici vi propinano è necessario e le altre mamme ve lo possono confermare. Anzi, vi suggerisco di leggere questo post e poi di confrontarvi con le vostre amiche mamme.

Qui vi elenco le cinque cose inutili per neonati e che invece vengono proposte come indispensabili.

  1. Il trio. Secondo la mia esperienza è perfettamente inutile spendere 800-900€ per un trio. Per i primi 3 mesi di vita alla vostra creaturina servirà una navicella e poi potrete posizionarla nel passeggino, starà molto più comoda rispetto al famigerato ovetto, soprattutto perché il passeggino è reclinabile mentre l'ovetto no e quindi il piccolino potrà appisolarsi da sdraiato cosa che non può fare nell'ovetto. Io consiglio di farvi prestare una navicella e poi comperare un buon passeggino che userete per molti mesi. L'ovetto vi serve per la macchina? Potrete sostituirlo con un seggiolino 0-3, posizionato prima spalle alla strada e poi fronte strada quando il piccolo avrà raggiunto il peso giusto, mi sembra siano 8kg.
  2. Seggiolino auto 0-1. Non vi conviene economicamente comprare un seggiolino auto per ogni fase di peso, prendetene piuttosto uno buono, magari ISOFIX, che sia direttamente 0-36kg.
  3. Pannolini di marca. Prima di affidarvi ai pannolini delle note marche, provate anche i pannolini Pillo, è come comprarli direttamente in fabbrica e potete risparmiare fino al 60%. Ce ne sono tanti tipi, proprio come quelli delle grandi marche.
  4. Scaldabiberon e sterilizzatore. Auguro a tutte voi di allattare al seno, se così non fosse dovrete porvi il problema di come scaldare l'acqua per preparare il latte artificiale. Avete un microonde? Bene, il problema è risolto. La marca MAM propone biberon, ciucci, dentinali, qualsiasi cosa si possa sterilizzare e scaldare al microonde.
  5. Omogeneizzatore. Avete un frullatore, un minipimer, un Bravo Simac, un Kenwood, siete tra i fortunati a possedere un Bimbi o ancora di più un Blender della mia marca preferita? Bene, siete a posto. Mio figlio nei primi tre mesi di vita soffriva di coliche, a sei mesi, con l'inizio dello svezzamento, avevo paura che per via dell'aria inglobata frullando si ripresentassero dopo che finalmente le avevamo debellate. Non è successo niente. L'omogeneizzatore non serve. Cuocete i cibi al vapore e poi frullateli senza problemi. Mio figlio ora ha 9 mesi e mezzo e già mangia tutto a pezzettini, quindi non frullo quasi più niente, pensate che spesa avrei sostenuto, 190€ o giù di li, solo per 3 mesi!!!

Parlatene con le altre mamme e poi tornate a commentare e ditemi la vostra.

Per la foto ringrazio: Michael.M via photopin cc

Nessun commento ancora

Commenta