Sorpresa Azzurra!

Alessia, gravidanza a sorpresa con qualche difficoltà.

Alessia è una mia collega di lavoro, l'anno scorso, proprio in questi giorni, eravamo prese dall'organizzare della nostra festa di compleanno. La preoccupazione era trovare un locale adatto, in quale pasticceria ordinare la torta e chi l'avrebbe mai detto che solo un anno più tardi, lei avrebbe stretto tra le braccia la sua dolcissima Azzurra e io sarei stata alla 21esima settimana di gravidanza! E' stata una gravidanza che l'ha costretta a stare lontana dall'ufficio fin dal quarto mese, però ne è valsa sicuramente la pena a sentirla così felice adesso. La ringrazio molto per aver condiviso la sua esperienza su questo sito, non è facile raccontare le proprie difficoltà, tuttavia è bello poterlo fare quando tutto ha un lieto fine.

Gravidanza cercata o arrivata all'improvviso?

È stata una sorpresa.

Come è avvenuta la scoperta?

Tramite test di gravidanza (3 per l’esattezza!!…Ero piuttosto incredula! ).

Come sono stati i primi tre mesi?

Mi sono accorta di essere incinta molto tardi, al secondo mese inoltrato, quando già avevo nausee e malessere diffuso, che però riconducevo a un’influenza intestinale, al dente del giudizio, al caldo…
Una volta appurata la gravidanza, fino al quarto mese incluso, ho avuto forti nausee ma la caratteristica principale del primo trimestre è stata…il panico, direi! Pur non essendo una ragazzina ero del tutto impreparata e mi preoccupavano un milione di questioni pratiche: il nuovo lavoro iniziato da troppo poco, trovare una casa con una stanza per lui/lei, comunicare la notizia a tutti…

Ti va di svelarci i disturbi più strani che hai avuto?

Disturbi strani non ne ricordo, non ho avuto neppure i classici sbalzi d’umore dovuti agli ormoni (o almeno non si notava la differenza :-)).

Il quarto mese come ti sei sentita?

Verso il quarto mese sono comparse delle perdite ematiche preoccupanti che mi hanno costretta alla maternità anticipata e al riposo forzato. Questi eventi mi hanno indotto a “realizzare” rapidamente che da quel momento in poi sarei stata responsabile anche di qualcun altro, che non sarei stata più davvero libera di gestire le mie giornate come preferivo “per il bene” di qualcun altro … quindi il panico è aumentato!

È stato difficile il terzo trimestre?

Per me il terzo trimestre è stata la parte più faticosa di tutta l’esperienza, anche rispetto al parto e al travaglio! Avevo una pancia enorme ed ero limitata in tutti i movimenti, dormivo poco e male, ero insofferente…insomma, non vedevo l’ora che nascesse!

Raccontaci il parto in 140 caratteri.

Fortunatissima! Non mi sono accorta di essere in travaglio, all’arrivo in ospedale ero già di 6 cm. È stato sì doloroso, ma non insopportabile come credevo. Niente epidurale ma niente grida o lamenti: Azzurra è nata in sole 5 spinte, nonostante i 3 giri di cordone che la trattenevano.

Come hai affrontato/stai affrontando i primi mesi di vita?

Le prime settimane sono difficilissime, anche perché gli ormoni impazziti ci mettono il loro zampino: ho pianto persino guardando la pubblicità dei pannolini! Poi, piano è andata meglio e ho iniziato a capire un po’ di cose: che tutti quelli che mi davano consigli, quasi sempre non richiesti, non ne sapevano più di me perché mia figlia, come ogni bambino, è diversa da tutti gli altri, che i neonati sono molto più forti di quello che sembra, che tutti i buoni propositi elaborati in gravidanza possono andare a farsi friggere! Volevo farla dormire in camera sua dalla prima notte, ora ha due mesi e dorme nella carrozzina accanto al mio letto, non volevo allattarla perché “mi faceva impressione” (sì, proprio così) e ora ho scelto di farlo almeno fino al sesto mese, pensavo di partire con lei in vacanza al più presto, ora sogno solo che suo padre vada in ferie per poter delegare anche a lui qualche sveglia notturna!

Per chiudere riassumi la tua esperienza: sinceramente lo rifaresti?

Sinceramente sì. Non è facile, non è sempre bello, spesso (generalmente la notte) vorrei scappare urlando, sono stanca da morire, ho sonno e mi sento come se la mia vita e il mio corpo non mi appartengono più....però è un’esperienza così travolgente, totalizzante e “unica” che valeva la pena provarla. Ogni giorno adesso è diverso dall’altro, anche se le azioni che lo riempiono sono sempre le stesse: cambio pannolino, poppata, nanna…a ripetizione! Ma la sensazione di imparare sempre cose nuove, di me e di lei, è “riempitiva” . Inoltre, c’è la vera scoperta della “tenerezza”: è un sentimento che provavo poco nella vita pre-maternità, spesso limitatamente a episodi specifici…oggi mi accompagna costantemente. È una sensazione strana, di calore, appagamento e rassicurazione. Azzurra adesso ha due mesi e da un paio di settimane ha imparato a sorridere ogni volta che avverte una sensazione di benessere…beh, la cosa sorprendente è che per sorridere le basta guardare la sua mamma!

1 Risposta

  1. Hotmail and Microsoft services in General go down all the time, the community doesn’t care as much though. That’s why when Gmail goes down, everybody notices it.

Commenta