Alessia si racconta

Alessia, una gravidanza senza disturbi: il sogno di ogni donna in dolce attesa!

Ho conosciuto Alessia diversi anni fa, eravamo entrambe alle superiori, coetanee, ci siamo conosciute perché i nostri ragazzi erano molto amici. Ricordo tante cene insieme e una vacanza terribile in Calabria. Sinceramente non ricordo nemmeno il motivo per il quale abbiamo smesso di frequentarci, é strano come il tempo influisca sulla memoria, tuttavia ora viviamo la stessa esperienza, lei è qualche mese più avanti di me.
Sono felice che abbia deciso di raccontare la sua esperienza qui e la ringrazio pubblicamente, perché aprirsi e raccontarsi non è così semplice come sembra.

Gravidanza cercata o arrivata all'improvviso?

La gravidanza è stata cercata

Se cercata, quanto tempo si è fatta attendere?

Al terzo mese è arrivata.

Come è avvenuta la scoperta?

Non avevo ancora il ritardo vero e proprio, ero al 28 giorno ed ero nervosissima a causa di problemi legati a lavoro. Cristian, il mio ragazzo, decise di fare il test perchè voleva vedere, così insieme siamo andati al bagno e mentre facevo ancora pipì si era accesa la famosa doppia linea 🙂 siamo corsi dalla vicina, nostra amica, lui è quasi svenuto sul divano, io avevo un sorriso stampato e sembravo inebetita 🙂

Come sono stati i primi tre mesi?

Strani, avevo sempre sonno, mi addormentavo ovunque. Avrei mangiato quintali di pasta al sugo con tonno, spaghetti soprattutto che di solito non preferisco. solo 4 giorni di nausea, ma in quei 4 giorni sono stata uno straccio non mangiavo, dormivo solamente, e ogni profumo mi dava il voltastomaco..soprattutto l'olio di mandorle per il corpo che quindi non sono mai riuscita ad adoperare.

Ti va di svelarci i disturbi più strani che hai avuto?

In realtà a parte le nausee niente in particolare. il classico bruciore di stomaco e il mal di schiena che mi hanno accompagnata fino ad un'ora prima del travaglio:) ma fanno parte del gioco

Il quarto mese come ti sei sentita?

Lo stacco tra terzo e quarto mese in realtà non c'è stato. Ho vissuto l'intera gravidanza come uno stato di grazia quindi ogni mese era un sogno...ma al quarto ho scoperto il sesso ed è stata una gioia inaspattata.

È stato difficile il terzo trimestre?

Assolutamente no.

Raccontaci il parto in 140 caratteri.

E' stato un parto indotto, ero ricoverata da 3 giorni per "pressione alta" (singolo episodio) e hanno deciso di farmi partorire. L'induzione è durata 2 giorni con doloretti dal lunedi notte, scomparsi la mattina ricomparsi il pomeriggio del martedi...alle 20.30 sono iniziati i dolori veri, alle 23.23 è nato Gabriele. I dolori erano sopportabilissimi e cmq ora non li ricordo, cristian è stato accanto a me tutto il tempo. Non mi hanno fatto l'epidurale ma sono stata messa sotto la doccia calda che è miracolosa. Dopodichè ho sentito di spingere come se dovessi andare al bagno e dopo qualche spinta ho sentito come una liberazione...2 minuti dopo avevo in braccio il mio piccolo.
p.s: 140 caratteri sono pochi...

Come hai affrontato/stai affrontando i primi mesi di vita?

Mi ritengo molto fortunata. Gabriele dorme tutta la notte e quando è sveglio è tranquillissimo, non piange quasi mai anzi ride a tutti e da subito è venuto con me ovunque (ristorante, centri commerciali, mare, piscina). Certo le prime settimane sono difficili, a me mancava tanto la pancia e interrompere il sonno anche una sola volta di notte è tremendo. ma appena ti affacci alla culla e lo vedi passa tutto, è amore incondizionato:)
consiglio vivamente il corso preparto, non tanto per il parto vero e proprio(anche se a me è stato utilissimo) ma soprattutto per l'aiuto con l'allattamento al seno. Tutte le donne senza eccezione possono allattare purchè lo vogliano!

Per chiudere riassumi la tua esperienza: sinceramente lo rifaresti?

La mia esperienza è stata fantastica, abbiamo gia deciso il nome del prossimo bimbo/a...se avessi soldi e una casa piu grande lo rifarei immediatamente, purtroppo dobbiamo aspettare 4/5 anni per sistemare alcune cose:) l'importante è vivere la gravidanza in maniera serena, ogni piccolo fastidio porterà a qualcosa di immenso e non è nulla di impossibile..anzi è la cosa più naturale del mondo...

Nessun commento ancora

Commenta