Rita e la bimba

Quando il parto è difficile e non é proprio una passeggiata.

Rita, mamma a 22 anni, é una compagna di corso pre parto di Alessia. La ringrazio per aver condiviso qui la sua esperienza e le faccio i miei più sinceri complimenti per essere diventata mamma così giovane.

Gravidanza cercata o arrivata all'improvviso?

Cercata.

Se cercata, quanto tempo si è fatta attendere?

Presa in pieno al primo colpo.

Come è avvenuta la scoperta?

Attraverso test di gravidanza.

Come sono stati i primi tre mesi?

Abbastanza tranquilli contrariamente a come si potrebbe pensare.

Ti va di svelarci i disturbi più strani che hai avuto?

Il secondo mese 1 settimana di ogni cosa: 1 settimana di nausea, 1 di voglie, una di mal di testa.

Il quarto mese come ti sei sentita?

Molto bene, non avevo nessun malessere fisico, ma allo stesso tempo...strana, è stato all'ora che cominciai a rendermi conto della gravidanza in atto e mi sentivo diversa, più felice.

È stato difficile il terzo trimestre?

Abbastanza, la pancia è diventata molto grande dal 6 mese, non dormivo a causa del suo peso che mi schiacciava, dovevo dormire quasi seduta. Non trovavo mai nulla da mettere perchè o mi stava stretto oppure mi faceva sembrare una mongolfiera, cosa non molto difficile anche senza vestiti ma la cosa veramente terribile è stata l'acidità di stomaco che mi ha fatto stare davvero male per tutto il terzo trimestre soprattutto quando mi sdraiavo, infatti vivevo di citrato e diger selz. Ma l'ultimo periodo a stressarmi parecchio è stata l'attesa del fatidico giorno che non voleva arrivare.

Raccontaci il parto in 140 caratteri.

Il mio parto è stato davvero molto brutto, non per mia figlia, lei è stata il mio raggio di sole, ma per come sono stata trattata.
Premetto che sono stata l'unico travaglio di quella notte e forse mi ha reso insopportabile alle orecchie dell'ostetrica del turno, ma il dolore era veramente troppo insopportabile e non riuscivo a trattenermi dall'urlare. Venivo consolata con frasi tipo "smettila di urlare che non fa così male", ero in ginocchio implorando l'epidurale ma non ricevevo risposta. Venivo continuamente presa in giro ascoltando frasi del tipo "dai che adesso vediamo Lia" (alle 2 di notte, mentre mia figlia è nata alle 10 di mattina), fortunatamente alle 7 il cambio turno mi ha portato l'ostetrica Francesca, il mio angelo, che ha fatto nascere la mia bambina. Ho un ricordo molto brutto perchè mi sono sentita presa in giro, umiliata, piangendo in ginocchio senza nessuno a cui aggrapparmi, abbandonata dall'unica persona che mi avrebbe dovuto sostenere in quel momento (essendo primipara) ed in più il dolore...Hanno lasciato in me un trauma che mi fa sentire un incapace. Tutte quelle del corso pre-parto hanno avuto dei parti corti e fantastici con poco dolore, il mio 14 ore, ostetrica maledetta e la sensazione di un cacciavite nella spina dorsale...tutte le donne hanno partorito, l'incapace sono io?

Come hai affrontato/stai affrontando i primi mesi di vita?

Fortunatamente mia figlia è un angelo, è buonissima e molto dolce. Questi primi 4 mesi hanno reso la mia vita bellissima. Sono più calma, ho più pazienza e ogni giorno mi basta vederla per ritrovare la felicità. Credevo che sarebbe stata più dura, invece è tutta questione di organizzazione.

Per chiudere riassumi la tua esperienza: sinceramente lo rifaresti?

Certo! Anche subito! Avendo però la certezza di avere a disposizione l'epidurale o una vasca per il parto.

Nessun commento ancora

Commenta