4300 scuole amiche della dislessia

Sono 4300 le scuole amiche della dislessia in Italia. Da oggi i genitori possono facilmente individuarle digitando http://www.dislessia.fondazionetim.it/.

Sembra che queste 4300 scuole corrispondano a circa il 50% degli istituti scolastici italiani che hanno già ricevuto il riconoscimento "didlessia friendly" in seguito al conseguimento di un percorso formativo realizzato in collaborazione con AID Associazione Italiana Dislessia. Questo percorso, secondo il MIUR lo scorso anno avrebbe coinvolto 140 mila insegnanti che hanno dedicato 4 mila ore di studio in e-learning.

Il sito è dedicato a famiglie, docenti, studenti e pediatri e ha la finalità di fornire tutte le informazioni relative alla dislessia, ma l'aspetto più interessante è che fornirà strumenti dedicati per la diagnosi della dislessia stessa. Fornirà, ad esempio, una Smart@pp, realizzata dall’ISASI-CNR e sviluppata dall’Istituto Superiore di Sanità in collaborazione con l’IRCCS Eugenio Medea - Associazione ‘La Nostra Famiglia’ e l’Università ‘Gabriele D’Annunzio’ di Chieti-Pescara, grazie alla quale sarà possibile effettuare uno screening della dislessia ultra-precoce, fruibile anche dal cellulare.

Inoltre, grazie a "Dislessia Online", sviluppata dall’Unità Operativa Complessa di Neuropsichiatria Infantile dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, bambini, ragazzi e adulti potranno effettuare una valutazione a distanza della lettura e accedere a un eventuale percorso di recupero online e a una sessione finale con verifica dell’apprendimento.

http://www.dislessia.fondazionetim.it/ è stato realizzato dalla Fondazione TIM e dall’Istituto di Scienze Applicate & Sistemi Intelligenti del Consiglio Nazionale della Ricerche (ISASI-CNR) di Messina in collaborazione con l’Associazione Italiana Dislessia, l’Istituto Superiore di Sanità, l’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, con l’appoggio del MIUR. Il monitoraggio delle attività a ricaduta sanitaria verrà assicurato dal Ministero della Salute.

Sembra tutto bellissimo. Spero proprio che questo portale possa essere di aiuto soprattutto nella diagnosi precoce del disturbo, in modo che i bambini possano affrontare serenamente tutto l'iter scolastico senza timore, avendo tutti gli strumenti per andare avanti e realizzare i propri sogni.

Fonte: OrizzonteScuola.it

Nessun commento ancora

Commenta